Potete trovare su questa pagina la mappa antica di Dublino da stampare e da scaricare in PDF. La mappa storica di Dublino e la mappa d'epoca di Dublino presentano il passato e le evoluzioni della città di Dublino in Leinster - Irlanda.
La vecchia città di Dublino è stata la principale città d'Irlanda e il centro culturale, educativo e industriale dell'isola, come è menzionato nella vecchia mappa di Dublino.

Mappa storica di Dublino

Mappa di Dublino storica

La mappa antica di Dublino mostra le evoluzioni della città di Dublino. Questa mappa storica di Dublino vi permetterà di viaggiare nel passato e nella storia di Dublino nel Leinster - Irlanda. La mappa antica di Dublino è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

Il primo riferimento a Dublino si dice che si trovi negli scritti di Claudio Tolomeo (Ptolemy), l'astronomo e cartografo greco-egiziano, intorno all'anno 140 d.C., che si riferisce a un insediamento chiamato Eblana come mostrato nella mappa storica di Dublino. Questo sembrerebbe dare a Dublino una giusta rivendicazione di quasi duemila anni di antichità, poiché l'insediamento deve essere esistito un tempo considerevole prima che Tolomeo ne venisse a conoscenza. Recentemente, tuttavia, è stato messo in dubbio l'identificazione di Eblana con Dublino, e la somiglianza dei due nomi è ora ritenuta una coincidenza. Ora si pensa che l'insediamento vichingo sia stato preceduto da un insediamento ecclesiastico cristiano noto come Duiblinn, da cui Dyflin prese il nome.

A partire dal IX e X secolo, ci furono due insediamenti dove sorge la città moderna. L'insediamento vichingo dell'841 circa era conosciuto come Dyflin, dall'irlandese Duiblinn (o "Black Pool", riferendosi a una pozza di marea scura dove il fiume Poddle entrava nel Liffey sul sito dei Giardini del Castello sul retro del Castello di Dublino), e un insediamento gaelico, Áth Cliath ("guado di ostacoli") era più a monte del fiume, presso l'attuale Padre Mathew Bridge in fondo a Church Street, come si può vedere nella mappa storica di Dublino. Il nome celtico dell'insediamento è ancora usato come nome irlandese della città moderna, anche se la prima prova scritta si trova negli Annali dell'Ulster del 1368. Il nome inglese moderno deriva dall'insediamento vichingo di Dyflin, che deriva il suo nome dall'irlandese Duiblinn. I Vichinghi, o Ostmen come si chiamavano, governarono Dublino per quasi tre secoli, anche se furono espulsi nel 902 solo per ritornare nel 917 e nonostante la loro sconfitta dall'alto re irlandese Brian Boru nella battaglia di Clontarf nel 1014. Da quella data, i danesi furono una forza politica minore in Irlanda, optando fermamente per una vita commerciale.

La dominazione vichinga di Dublino finì completamente nel 1171 quando la città fu catturata dal re Dermot MacMurrough di Leinster, con l'aiuto di mercenari anglo-normanni, come indicato nella mappa storica di Dublino. Un tentativo fu fatto dall'ultimo re norreno di Dublino, Hasculf Thorgillsson, per riconquistare la città con un esercito che raccolse tra i suoi parenti nelle Highlands scozzesi, dove fu costretto a fuggire dopo che la città fu presa, ma il tentativo di riconquista fallì e Thorgillsson fu ucciso. Il Thingmote era un tumulo rialzato, alto 40 piedi (12 m) e con una circonferenza di 240 piedi (73 m), dove i norvegesi si riunivano e facevano le loro leggi. Si trovava a sud del fiume, adiacente al Castello di Dublino, fino al 1685. La Dublino vichinga aveva un grande mercato di schiavi. Le schiave venivano catturate e vendute, non solo dai nordici ma anche dai capi irlandesi in guerra.

Mappa d'epoca di Dublino

Mappa di Dublino antica

La mappa vintage di Dublino dà una visione unica della storia e dell'evoluzione della città di Dublino. Questa mappa vintage di Dublino con il suo stile antico ti permetterà di viaggiare nel passato di Dublino nel Leinster - Irlanda. La mappa vintage di Dublino è scaricabile in PDF, stampabile e gratuita.

Dublino ha celebrato il suo millennio nel 1988 con lo slogan Dublin great in '88'. La città è molto più antica, ma in quell'anno il re norreno Glun Iarainn riconobbe Máel Sechnaill II (Máel Sechnaill Mór), alto re d'Irlanda, e accettò di pagare le tasse e accettare la legge Brehon. Quella data è stata celebrata, ma potrebbe non essere accurata: nel 989 (non 988), Mael Seachlainn assediò la città per 20 giorni e la catturò come mostrato nella mappa vintage di Dublino. Questo non fu il suo primo attacco alla città. Dublino divenne il centro del potere inglese in Irlanda dopo l'invasione normanna della metà meridionale dell'Irlanda (Munster e Leinster) nel 1169-71, sostituendo Tara nel Meath - sede degli Alti Re d'Irlanda gaelici - come punto focale della polarità irlandese.

Il 15 maggio 1192 Dublino ottenne la prima Carta delle Libertà scritta da Giovanni, Signore d'Irlanda, e fu indirizzata a tutti i suoi "sudditi e amici francesi, inglesi, irlandesi e gallesi". Il 15 giugno 1229 suo figlio Henry concesse ai cittadini il diritto di eleggere un sindaco che doveva essere assistito da due prevosti. Nel 1400, tuttavia, molti dei conquistatori anglo-normanni furono assorbiti dalla cultura irlandese, adottando la lingua e i costumi irlandesi, lasciando solo una piccola area del Leinster intorno a Dublino, conosciuta come il Pale, sotto il diretto controllo inglese. Dopo la presa di Dublino da parte degli anglo-normanni nel 1171, molti degli abitanti della città norrena lasciarono la vecchia città, che si trovava sul lato sud del fiume Liffey e costruirono il loro insediamento sul lato nord, conosciuto come Ostmantown o "Oxmantown", come si può vedere nella mappa d'epoca di Dublino.

Dublino divenne la capitale della signoria inglese d'Irlanda a partire dal 1171 e fu popolata ampiamente da coloni provenienti dall'Inghilterra e dal Galles, come indicato nella mappa vintage di Dublino. Anche l'area rurale intorno alla città, fino a nord di Drogheda, vide un esteso insediamento inglese. Nel XIV secolo, quest'area fu fortificata contro i sempre più assertivi nativi irlandesi - diventando nota come The Pale. Nella stessa Dublino, il dominio inglese era incentrato sul Dublin Castle. La città fu anche la sede principale del Parlamento d'Irlanda dal 1297, che era composto da proprietari terrieri e mercanti. Tra gli edifici importanti che risalgono a questo periodo vi sono la Cattedrale di San Patrizio, la Cattedrale di Christchurch e la Chiesa di San Audoen, tutte a un chilometro di distanza l'una dall'altra.